Get Adobe Flash player

ADS ROMANIA

  • 1
  • 2
Prev Next
ADS ROMANIA
ADS ROMANIA (2)

 

img 0889

A un anno dal conferimento del Premio Astrolabio, Dieter schlesak e Vivetta Valacca, con La luce dell’anima si aggiudicano il prestigioso Premio “Letteratura” indetto dalla rivista internazionale Nuove Lettere e dall’Istituto Italiano di Cultura di Napoli del quale hanno fatto parte dall’inizio fino alla prematura scomparsa gli scrittori Dario BellezzaFranco Fortini e Giorgio Saviane.

La giuria del Premio, composta dalla Redazione della rivista Nuove Lettere, vanta la presenza dei Professori Roberto Pasanisi (Lingua e Letteratura italiana, Università Statale per le Relazioni Internazionali MGIMO, Mosca), Constantin Frosin (Lingua e Letteratura francese, Università “Danubius”, Galaţi), Antonio Illiano (Lingua e Letteratura italiana, University of North Carolina at Chapel Hill), Mario Susko (Letteratura americana, State University of New York), Násos Vaghenás (Teoria e critica letteraria, Università di Atene) e Nguyen Van Hoan (Letteratura italiana e Letteratura vietnamita, Università di Hanoi).

Oltre 1.150 le opere a concorso nelle varie sezioni di poesia, narrativa e saggistica.

Dieter Schlesak- Vivetta Valacca La luce dell'anima (Zeit Los brennt dieses Licht hier) ed. ETS, 2012

Eros, inteso come forza di attrazione di corpi, sembra aleggiare irresistibile e prepotente sulla silloge.

Io sento ora la tua bocca, …la tua lingua / la saliva…

Riesci a sentire / la pelle / coperta di baci?

VOGLIO DARE GIOIA AL TUO CORPO /PERCHÉ TU MI PIACI / voglio che tu affondi nella mia carne e noi ci perdiamo totalmente.

A tratti i toni sono tanto alti da richiamare il cantico dei cantici:

Mia Amatissima,…/ Non è sempre la tua rosa / l'uscita - e l'entrata nel mondo?

In realtà, già il titolo del poemetto, scritto a quattro mani e in doppia lingua italiana e tedesca, indica che ci introduciamo in un ambito pienamente spirituale -illuminato-illuminante-, nel quale la creatura, attraverso l'Amore, trova suo compimento ed elevazione. E anche a leggere i versi in superficie ci si accorge che, per quanto la poesia in alcuni tratti risuoni appassionata e carnale, il significato di Amore, qui esposto, assomma connotati filosofici e teologici, quale Forma del mondo, strumento di Conoscenza e elevazione alla Verità.

Solo quando il due diventa uno accede all'acqua della vita e comprende che siamo polvere di stelle/ e soffio di Dio, mentre tutta la creazione appare nel suo eterno presente, pura bellezza, sollevata dai limiti e talora dagli orrori della vicenda terrena e della Storia.

Proprio lemmi come eterno/eternità, infinito, principio, creazione…, tornano dai testi sacri, dai tomi filosofici per indicarci che il discorso d'amore è, in vero, di natura immateriale e difatti il gioco delle maiuscole rimanda più che all'altro all'ALTRO e ad ALTRO.

La condivisione dell'Amore è lo strumento dell'Ascesa.

Di contro, la mancanza dell'esperienza di fusione di due anime attraverso il corpo, (…attraverso la pelle/l'anima parla all'anima.) conduce alla caduta nell'Assenza, nella precarietà e nel nonsenso. La compenetrazione di due esseri, dunque, non ha fine in sé ma permette di collocare nell'immensità del sovrasensibile il corpo deperibile.

Si parte, allora, dal concetto classico di Eros, che vede Amore forza originaria e unificatrice dell'universo, che infonde armonia ed ordine nella natura, per giungere al tema metafisico ed ontologico degli Universali.

La creatura del caduco, impigliata nell'accidente, sperimenta, già mentre ama prima della fine della sua vicenda umana, il superamento del corpo mortale per osservare il suo destino nell'aldilà, ossia l'inevitabile salvezza futura nella vera vita senza fine.

Ancora un'annotazione: il sentimento che proviamo per l'altro, che fonde due entità in un unico essere, è l'elemento che nella vita eterna dopo la morte, quando saremo solo conoscenza, diventerà il connotato della differenziazione.

Nella silloge si ritrova il concetto spinoziano di unione di Dio e natura, alto e basso, in quanto ciò che sta in basso è in sé atto d'amore, per la Bibbia emanazione della PAROLA, che squarcia il velo di Maya del reale, illuminando praterie sovrasensibili dove la definizione appropriata riguarda l'Infinito.

E solo attraverso la PAROLA-POESIA è possibile cogliere ed eternare i lineamenti dell'Assoluto, che si rivelano attraverso il connubio degli amanti.

Per mezzo della Parola -in principio era il Verbo, il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio- il suono d'amore supera i limiti del corpo e si alza in volo dalla pietra tombale, verso l'eternità. Per le sue peculiarità elette, Amore, quindi, non può che esprimersi nella nobiltà della Poesia, che si fa strumento di immortalità.

A questo punto si potrebbe anche ipotizzare che tutta la silloge non rappresenti altro che una confessione d'amore per la Poesia eternatrice, nel senso inteso da Foscolo, e che l'amata alla fine sia proprio lei, che fa bruciare il corpo intanto che espande l'anima e la mente.

Nella postfazione è spiegata la genesi concettuale -ma anche pratica- dell'opera che vede nei due autori una completa vicinanza di convincimenti ideali. Diverso è l'assetto stilistico, con la preferenza del verso lungo e severo in Schesak, più elitario anche nella scelta lessicale e metaforica, breve e maggiormente risuonante nella Vivetta, ma ben allacciati da rimandi, tanto che il tutto si legge senza soluzione di continuità.

Fortuna Della Porta

Roma, 12/10/2012

>>
La luce dell’anima - Recensione di Giuseppe Marchetti

Recensione di Giuseppe Marchetti       La luce dell’anima. Zeit los brennt dieses Licht hier è un’opera composta secondo una doppia intenzione. Da una parte, infatti, il suo lirismo di amore, sangue e...

Read more
>>
Presentazione de La luce dell’anima di Valerio Grutt

    Bologna, 27 ottobre 2016   Sono sempre in difficoltà quando si tratta di presentare un libro di poesia, perché la poesia è fatta di parole indicibili. La poesia è una frequenza, il...

Read more
>>
su La luce dell'anima di Andrea Salvini

Intuizioni    lunedì 16 febbraio 2015   Nota di lettura su La luce dell'anima – Zeit los brennt dieses licht hier di Dieter Schlesak e Vivetta Valacca     Non è facile oggi articolare un'intera raccolta poetica sul...

Read more
>>
Amore in due lingue di Giulio Busi
Amore in due lingue di Giulio Busi

Amore in due lingue Giulio Busi   Da un bel pezzo ormai, da cent'anni e forse più, scrivere d'Amore in poesia è molto pericoloso, e per questo proibito in quasi tutte le letterature....

Read more
>>
La luce dell’anima - recensione di Ivano Mugnaini

La luce dell’anima  di Ivano Mugnaini      Il connubio tra spiritualità e dimensione corporea spesso è di difficile attuazione, nella vita come nell'ambito della scrittura. Spesso le due componenti stridono, o...

Read more
>>
La luce dell’anima - recensione di Massimo Morasso

Dieter Schlesak e Vivetta Valacca, La luce dell’anima - Zeit Los brennt dieses Licht hier, ETS, 2011, 158 pp., € 14 Il secolo scorso, che, ahinoi!, ha l’aria di...

Read more
>>
La luce dell’anima - recensione di Alberto Ricci

LEA - Lingue e letterature d’Oriente e d’Occidente, vol. 1, n. 1 (2012), pp. 597-603  http://www.fupress.com/bsfm-lea   Dieter Schlesak, Vivetta ValaccaLa luce dell’anima. Zeit Los brennt dieses Licht hier,con un’introduzione di Angelo...

Read more
>>
Nel cuore dell’uomo, nel cuore di Dio, di Vivetta Valacca

Nel cuore dell’uomo, nel cuore di Dio: dal Cantico dei Cantici a La luce dell’anima (Conferenza dell’autrice all’Accademia Culturale di Rapallo, 18 novembre 2014)   Ci sono accostamenti obbligati di opere che hanno una...

Read more
>>
Riflessioni su “La luce dell’anima” di Silvano Bicocchi

Non leggo regolarmente poesie, per questo chiedo indulgenza sulle mie modeste riflessioni che provengono non da chi è addentro al tuo linguaggio ma da chi appena solo lo sfiora. Il mito...

Read more
>>
La luce dell’anima - recensione di Salvatore Smedile

  La luce dell’anima Pubblicato il 28 settembre 2012 da Salvatore Smedile  Dieter Schlesak – Vivetta Valacca, LA LUCE DELL’ANIMA. Zeit Los brennt dieses Lichthier(Edizioni ETS 2011).     Dopo la trilogia omerica uscita per...

Read more
>>
La luce dell’anima - recensione di Antonio Di Gennaro

«La luce dell’anima». Versi di Dieter Schlesak e Vivetta Valacca La luce dell’anima è una raccolta di versi composta, a quattro mani, da Dieter Schlesak, poeta e scrittore di origine romena,...

Read more
>>
La luce dell’anima - recensione di Massimo Maggiari

La luce dell’anima Possiamo noi conoscere il Cosmo senza fare uso di navette spaziali? Senz’altro no. Ma la poesia che è nobile gran cosa ci permette di proiettare il pensiero in...

Read more
>>
La luce dell'anima - recensione di Fortuna Della Porta

Dieter Schlesak- Vivetta Valacca La luce dell'anima (Zeit Los brennt dieses Licht hier) ed. ETS, 2012 Eros, inteso come forza di attrazione di corpi, sembra aleggiare irresistibile e prepotente sulla silloge....

Read more
>>
Amore e mutazione - di Annelisa Addolorato

 Amore e mutazione Recensione del libro – bilingue (tedesco/italiano - di poesie di Vivetta Valacca e Dieter Schlesak “La luce dell’anima”, introduzione di Angelo Tonelli (Ets, Pisa 2011).   Una lettura di...

Read more
>>
La luce dell’anima - recensione di Alessandra Mignone

La luce dell'anima - Zeit Los brennt dieses Licht hier Dieter Schlesak, Vivetta Valacca 2011, Edizioni ETS Pagine: 162 ISBN: 9788846731586 Dove finisce Io? Dove incomincia Tu? E’ Soltanto NOI...

Read more
>>
Sentinella, a che punto è la notte? di Vivetta Valacca
Sentinella, a che punto è la notte? di Vivetta Valacca

  «Sentinella, a che punto è la notte?». Gli 80 anni di Dieter Schlesak   «Sentinella, a che punto è la notte? Sentinella, a che punto è la notte? La sentinella risponde: «Viene...

Read more
>>
La luce dell’anima - presentazione di Corrado Di Pietro

  DIETER SCHLESAK – VIVETTA VALACCA   LA LUCE DELL’ANIMA     Presentazione di   Corrado Di Pietro       C’è un filo, unico e ininterrotto, che lega molti luoghi della letteratura mondiale e unisce poeti diversi per origine, formazione, appartenenza,...

Read more
>>
La luce dell’anima - IL MATRIMONIO VERBALE...

IL MATRIMONIO VERBALE DI Vivetta E Dieter     Nota di lettura al volume La luce dell’anima (ETS, Pisa 2011) di Vivetta Valacca A un anno dal conferimento del Premio Astrolabio è per me...

Read more
>>
Visione, arte e sguardo di Vivetta Valacca

Visione, arte, sguardo ne La luce dell’anima di Dieter Schlesak e Vivetta Valacca Lezione di Vivetta Valacca, Università di Cassino e del Lazio Meridionale 2 maggio 2016         Visione, Arte, Sguardo: questo il fulcro...

Read more
>>
Nota a La luce dell’anima di Ubaldo de Robertis

 La luce dell’anima, di Vivetta Valacca e Dieter Schlesak.     Mi viene voglia di collocare in un ideale luogo letterario la serie di incontri tra Vivetta e Dieter  intenti a creare il...

Read more

La luce dell'anima

LA LUCE DELL’ANIMA Autore: Dieter Schlesak - Vivetta Valacca   Come nell'alchimia tradizionale l'amore animico trasmuta la saliva in acqua della vita e fa scaturire "corpi di gloria" degli amanti: "Perché chi è innamorato...

La luce dell'anima

Il farmacista di Auschwitz

IL FARMACISTA DI AUSCHWITZ  

Il farmacista di Auschwitz

L’uomo senza radici

L’UOMO SENZA RADICI

L’uomo senza radici